Da 604 giorni 23 ore 6 minuti 12 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
DISSOLVƎNZƎ

A New York in mostra le opere di Sonia Leimer acquisite dal Museo MAN

Nomasvello Olbia 1085

Nuoro, 22 settembre 2019 – La sensibilità e il talento nel mondo dell’arte contemporanea emergono dalla capacità di tradurre la realtà oggettiva attraverso simboli, forme e altri elementi.

L’opera, quindi, rimanda a ricerche, riflessioni, approfondimenti che propongono nuove letture interpretative più “spirituali” e testimoniano l’evolversi di un umanità in eterno cammino.

Morostesa 2019

In  questa linea d’indagine introspettiva s’inserisce il lavoro di   Sonia Leimer.

L’artista italiana –  ospite dell’International Studio & Curatorial Program di New York – sta esponendo le opere (installazioni e video) del suo progetto artistico “Via San Gennaro”, selezionato nell’ambito del concorso “Italian Council”, giunto alla sua 4a edizione e promosso dalla Direzione generale per l’Arte e l’Architettura contemporanea e le periferie urbane (DGAAP) – un dipartimento del Ministero per i beni e le attività culturaliper promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo.

La mostra – a cura di Kari Conte, direttore dei Programmi e Mostre ISCP e di Luigi Fassi, direttore artistico del MAN_Museo d’Arte Provincia di Nuoro –  rimarrà aperta al pubblico fino al 20 dicembre c.a. per giungere  nella sua sede definitiva il Museo MAN, nell’autunno 2020.

In questa mostra Sonia Leimer presenta un nuovo ciclo di opere incentrato sulle politiche urbane di Little Italy a Manhattan, sviluppando una riflessione sulla trasformazione economica e culturale e sui flussi migratori che hanno investito il quartiere newyorkese.

La mostra testimonia l’interesse dell’artista per lo spazio urbano, l’architettura, il lavoro e la globalizzazione, temi che da sempre contraddistinguono il suo lavoro.

“Via San Gennaro” presenta inoltre un contributo video realizzato in collaborazione con Tony de Nonno, regista e burattinaio che mantiene viva la tradizione siciliana dei pupi con l’eroica marionetta dell’Orlando Furioso, che qui racconta le storie che animano Little Italy.

Lo spazio espositivo è racchiuso da due grandi sculture a parete composte da tessuti sovrapposti in riferimento all’impatto della riqualificazione urbana,  al mutamento demografico del quartiere di Little Italy: un tempo centro dell’immigrazione italiana, oggi solo il 7% degli attuali residenti del quartiere ha origini italiane.

Una seconda serie di sculture prende forma dai rotoli di carta da 500 libbre, tipicamente utilizzati e lasciati lungo le strade di Chinatown dalle tipografie digitali, qui serigrafati con fotografie di Little Italy e Chinatown scattate da Leimer.

Queste immagini testimoniano la ricerca approfondita che l’artista ha condotto sul quartiere, alla ricerca di segni e simboli che ne restituissero il carattere profondo nell’era del capitalismo.

Accompagna la mostra un catalogo che nel mese di dicembre sarà  pubblicato anche in Italia, edito da Mousse Publishing e disegnato da Other Means con i saggi di Alessandra Cianchetta, Kari Conte e Luigi Fassi.

2B66E520-52B5-4ECF-A332-25196B3FE177.jpeg

[All photos Courtesy ©MAN Museo]

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Morostesa
In Alto