sabato, 23 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

20 anni fa le donne entravano con orgoglio nell'esercito

20 anni fa le donne entravano con orgoglio  nell'esercito
20 anni fa le donne entravano con orgoglio  nell'esercito
Laura Scarpellini

Pubblicato il 21 ottobre 2019 alle 19:21

condividi articolo:

Olbia, 21 ottobre 2019 -Oggi non fa più notizia una donna che imbraccia un mitra ad un posto di blocco, una donna su una motovedetta o alla guida di un caccia. Suscita forse un sorriso compiaciuto in tutte noi quando vediamo una rappresentante del gentil sesso cimentarsi con le armi di ordinanza, con la stessa destrezza di Calamity Jane.

Ma se torniamo indietro nel tempo, 20 anni fa suscitarono critiche e scalpore le prime donne soldato che entrarono nelle caserme italiane.

Tutto ebbe inizio con la legge del 20 ottobre del 1999 quando anche nel nostro Paese, fanalino di coda tra i membri della Nato, le donne ebbero la possibilità di arruolarsi nell'esercito.

La legge 380/99 di fatto sancì il servizio militare volontario femminile, con il ministro di allora in carica, Sergio Mattarella.

A distanza di un ventennio, oggi, sono oltre 16.000 le donne italiane regolarmente arruolate nelle Forze Armate. Ormai il gentil sesso lo ritroviamo in ogni branca dell'arma italiana, ed ha tutte le carte in regola per poter ambire a incarichi di rilievo o ad una carriera tutta da scalare.

E così per il prossimo anno loStato Maggiore della Difesaha deciso di omaggiare tutte le donne militari, dedicando loro il calendario 2020.

La sensibilità femminile molto spesso si rivela essere il valore aggiunto fondamentale nei delicati ruoli delle operazioni di peace keeping e peace building, riuscendo ad esempio ad instaurare rapporti con la popolazione civile locale.

Malgrado le forze armate svolgano ruoli di certo molto impattanti ed impegnativi, "l'elemento rosa" non ha perso di certo la sua femminilità.

Anzi, molto spesso l'energia e la grinta inaspettata di una donna soldato rammentano la grande forza interiore tutta al femminile, che dalla notte dei tempi ci ha contraddistinto e ci ha reso sempre pronte ad affrontare le piccole e grandi battaglie di tutti i giorni.

Auguri donne.