Connect
To Top

Corsica Sardinia Ferries Elba navi gialle golfo aranci sardegna olbia


Ottimax olbia brico sardegna ingrosso condizionatore legno barbecue decespugliatore box doccia 1540
Spesati.com spesa online supermarket online a domicilio olbia sardegna

Era olbiese la vera Filumena Marturano?

nomasvello-olbia-luce-pulsata-centro-martini-estetico
Bacchus Ristorante Jazz Hotel Olbia

Filumena Marturano è una commedia teatrale in tre atti scritta nel 1946 da Eduardo De Filippo. È una delle opere più famose del commediografo napoletano, apprezzate anche dal pubblico e dalla critica internazionale. Dalla commedia fu tratto prima il film omonimo (1951), diretto e interpretato da Eduardo stesso e da sua sorella Titina, poi la versione televisiva (1962) con Regina Bianchi nella parte della protagonista Filumena. Infine, nel 1964, Vittorio De Sica ne trasse il film Matrimonio all’italiana, con Sofia Loren e Marcello Mastroianni, con il quale vinse cinque Nastri d’Argento e, a Hollywood, un Golden Globe e due nomination all’Oscar.

Spesati olbia consegna gratuita open days marzo 2017 omaggi niko veccia phone doctor

La trama del capolavoro teatrale è la seguente: Filumena Marturano per costringere il ricco convivente Don Mimì Soriano al matrimonio e a riconoscere i suoi tre figli, si finge morente, coinvolgendo nell’inganno anche un medico e il prete per celebrare il sacramento “in articulo mortis”. Don Mimì, credendola in fin di vita, la sposa ma, dopo la cerimonia, la donna riprende vita come per miracolo e si alza dal letto tutta pimpante, mandando su tutte le furie il neo-sposo, ormai – almeno per lui – inutilmente.

Si è sempre detto che la commedia – e poi i film – fossero ispirati alla vita reale di Eduardo e dei suoi fratelli Peppino e Titina, tutti e tre figli naturali del commediografo Eduardo Scarpetta e della sarta teatrale Luisa De Filippo. Scarpetta, tuttavia, non riconobbe mai i figli avuti dalla sua compagna, la quale, infatti, fu costretta ad attribuire a tutti e tre il suo cognome.

Nel raccogliere storie di vita della Olbia che fu, tuttavia, ho trovato che nel 1925, cioè più di vent’anni prima dell’uscita della commedia e quasi quaranta prima del film in questione, ci fu un caso molto simile a quello narrato da Eduardo De Filippo e che potrebbe averlo ispirato molto più delle sue vicende personali.

La vicenda l’ho appresa da Marco Sinigaglia di Latina, nipote diretto dei due protagonisti. La vera Filumena Marturano si chiamava Evelina Buselli e, pur essendo di condizione sociale molto povera, riuscì a far innamorare perdutamente Giovanni Maria Bardanzellu, uno degli uomini più ricchi dell’allora Terranova Pausania. Le terre di quest’ultimo, nella valle del fiume Enas, erano talmente vaste che, a cavallo, ci si impiegava una giornata intera per percorrerle tutte. Quando Evelina rimase incinta del primo figlio, tuttavia, a Giovanni Maria non passò nemmeno per l’anticamera del cervello di convolare a nozze con la sua compagna. Fatto sta che, nel giro di pochi anni, Evelina ebbe ben cinque figli dal ricco possidente il quale, però, non ne riconobbe nessuno. A questo punto, Evelina perse la pazienza. Ci ha detto Marco Sinigaglia: <<Un giorno mia nonna, ammalatasi di tifo, d’accordo col medico – che sapeva che sarebbe guarita – ed anche col prete don Stefano chiese a mio nonno di sposarla “come ultimo desiderio prima di morire”. Così avvenne, ma di lì a qualche giorno mia nonna riprese piano piano a migliorare e guarire>>. Sinché riprese la sua vita abituale ma, stavolta, come moglie a tutti gli effetti del ricco consorte.

Contrariamente al Don Mimì della commedia napoletana, Giovanni Maria Bardanzellu non si pentì mai del matrimonio anche se continuò a trattare sua moglie come un … moderno talebano, impedendole anche di uscire da casa se non accompagnata. Ma questo era il costume maschilista dell’epoca. Riconobbe, tuttavia, e dette il suo cognome a tutti e cinque i figli avuti prima del matrimonio e, successivamente, i due ebbero altri tre figli, per un totale di otto.

Eduardo De Filippo era a conoscenza di tale storia, oppure la sua realistica fantasia coincise quasi perfettamente con quanto avvenuto nella nostra città? Forse non lo sapremmo mai ma, da come si sono svolti i fatti e da quanto si vede sulla scena, la vera Filumena Marturano non si chiamava Luisa De Filippo, bensì Evelina Buselli ed era nata e vissuta ad Olbia.

 

©  Federico Bardanzellu

 

In foto Marcello Mastroianni e Sofia Loren in “Matrimonio all’italiana” ( da Wikipedia)


Olbia Beer fest 18 marzo 2017 festa della birra sardegna
Studio dentistico dottoresse Satta Olbia via ungheria 35 Stefania Satta
Ottimax olbia brico sardegna ingrosso condizionatore legno barbecue decespugliatore box doccia 2017

More in OLBIAchefu

Ottimax olbia brico sardegna ingrosso condizionatore legno barbecue decespugliatore box doccia Marzo 17
apertura prenotazioni sardinia ferries estate 2016
ASPO trasporti olbia
CHIUDI
CLOSE