Connect
To Top

Corsica Sardinia Ferries Elba navi gialle golfo aranci sardegna olbia


ottimax olbia brico riscaldamento volantino stufe pellet catalogo
Spesati.com spesa online supermarket online a domicilio olbia sardegna

Olbia. Violenza sulle donne: “Problema sociale che riguarda tutti”

La riflessione di Luisella Maccioni

Olbia, 14 settembre 2017 – Riceviamo e pubblichiamo la lettera firmata da Luisella Maccioni (Funzione Pubblica Cgil Gallura) su un tema di stretta attualità: il femminicidio. Dopo l’ennesima vita spezzata, quella della giovane Noemi Durini – uccisa dal “fidanzato” 17enne denunciato due volte, Luisella Maccioni riflette sulla violenza di genere e sulla società odierna.

Anni fa il Sindacato ma anche la società civile si poneva una domanda epocale: “perché la violenza sulle donne?”, una domanda che ancor oggi non trova una risposta, ma paradossalmente è aumentata diventando una piaga sociale tanto da far diventare il sostantivo “femminicidio” l’archetipo per poter definire una qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne l’identità fino alla morte.

Questa calda e orribile estate funesta da intolleranze verso i diversi e razzismi vari non poteva che concludersi con l’ennesima violenza sulle donne: dallo stupro collettivo di Rimini a quello dei Carabinieri di Firenze fino alla terribile lapidazione e di una ragazza di 16 anni, cosi anche la nostra Isola non è immune visto gli ultimi episodi di violenza sulle donne dal nord al sud della Sardegna, riportando ancora alla ribalta che la violenza sulle donne non ha colore ma continua ad essere una delle più grandi violazioni dei diritti umani nonostante tutte le iniziative messe in piedi.

La violenza sulle donne rimane uno dei principali problemi sociali se non viene contrastata adeguatamente, qualunque sia la forma, o il luogo dove si manifesta, che sia la casa o il posto di lavoro. Perché nega alle donne il diritto fondamentale di vivere in dignità e libertà. Perché maltrattare, uccidere una donna, non è soltanto una violenza contro una persona, ma contro una società intera, è un problema sociale, che riguarda tutti, è la spia di un deficit di democrazia.

Il femminicidio, è la forma estrema di discriminazione e violenza rivolta contro la donna in quanto donna, nel nostro paese rappresenta un dato costante nel tempo, da troppo tempo. Per questo che continuiamo a insistere, dopo le ultime barbarie sulle donne, nel sostenere che i valori di libertà, fraternità ed eguaglianza sono alla base della nostra cultura e delle nostre società che dobbiamo sconfiggere la “cultura del possesso” perché il corpo femminile non è di tutti ma nostro.

Non è solo retorica o pseudofemminismo ma è un modo di vivere e di pensare la democrazia, siamo noi, assieme alla parte migliore della società, a garantire libertà, la fraternità e l’ eguaglianza non sono parole antiche da dimenticare sono parole che devono ancora risuonare nei nostri interventi, nei nostri discorsi, nel nostro modo di intendere la politica, sono l’essenza anche del nostro essere sindacato, sono l’essenza della valorizzazione della donna, dei lavoratori e dei più deboli insomma sono la nostra storia.

Luisella Maccioni – Fp Cgil Gallura

 


golfo aranci rovazzi gamf cinema mon amour
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia
ottimax olbia brico riscaldamento volantino stufe pellet (2)

More in Editoriali

ottimax olbia brico riscaldamento volantino stufe pellet
apertura prenotazioni sardinia ferries estate 2016
ASPO trasporti olbia
CHIUDI
CLOSE