Connect
To Top

Corsica Sardinia Ferries Elba navi gialle golfo aranci sardegna olbia


ottimax olbia volantino novembre brico riscaldamento edilizia casa
Spesati.com spesa online supermarket online a domicilio olbia sardegna

Mondiali Russia: anticipazioni sul torneo top del 2018

Cagliari, 09 novembre 2017 – La prossima estate sarà la Russia ad accogliere le nazionali che parteciperanno ai campionati mondiali, offrendo i suoi stadi, quasi tutti nuovissimi, e le sue città storiche e meravigliose.

Per il paese è una prima volta, visto che neanche quando si chiamava Unione Sovietica le era stata assegnata l’organizzazione di un evento di così grande rilevanza internazionale.

Il campionato avrà inizio il 14 giugno con la partita d’esordio proprio della Russia a Mosca e si concluderà il 15 luglio con lo spettacolo della finalissima, da disputare sempre nella capitale.

La prima parte del torneo presenta la formula a gironi, con le 32 partecipanti suddivise in otto gironi da quattro squadre: ogni gruppo sancisce le prime due classificate, che hanno l’opportunità di accedere alla seconda fase, con sfide ad eliminazione diretta, a partire dagli ottavi di finale (dal 30 giugno) fino a giungere alla finale. Per approfondire consultate il calendario di Russia 2018.

Le città che accoglieranno i tifosi e le nazionali sono ben undici, situate tutte nella metà occidentale della Russia. L’immensa grandezza del territorio del paese ha obbligato gli organizzatori a selezionare delle località relativamente vicine tra loro, per evitare alle squadre trasferte e viaggi troppo lunghi e stressanti. Tra le undici città coinvolte, quella che si trova più a est è la siberiana Ekaterinburg, che dalla capitale Mosca dista più di 1.700 chilometri: giusto per intenderci, è all’incirca la distanza che separa Palermo e Marsiglia. Per non parlare della distanza tra San Pietroburgo e Ekaterinburg, poco più di 2.200 chilometri, più o meno quanto dista Palermo da Vienna. Se fosse stata scelta, ad esempio, Novosibirsk, città della Siberia centrale, per giungervi da San Pietroburgo una squadra avrebbe dovuto percorrere più di 3.800 chilometri, all’incirca la distanza tra la nostra Palermo e Mosca!

Queste dinamiche spiegano la scelta oculata di rendere più “umane” le distanze tra le località scelte. Sono state selezionate ovviamente Mosca e San Pietroburgo, le due più rappresentative; poi diverse città del sud come Rostov sul Don, vicina al confine con l’Ucraina, Soči, località sul Mar Nero organizzatrice delle Olimpiadi invernali del 2014, e Volgograd, più celebre come Stalingrado, per gli eventi storici connessi all’occupazione tedesca in Russia nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Quattro stadi sono invece collocati relativamente a poca distanza l’uno dall’altro, ad est di Mosca: si tratta degli impianti di Nižnij Novgorod, Kazan’, Saransk e Samara; Kaliningrad è la città più europea, vista la sua collocazione particolare, in un lembo di terra tra Polonia e Lituania, mentre lo stadio Central’nyj di Ekaterinburg è la struttura più “orientale”.

Oltre alle 64 gare ufficiali che monopolizzeranno l’attenzione dei supporters delle diverse nazionali partecipanti, nel mese di giugno e luglio la Russia è solitamente in grado di offrire anche uno straordinario fenomeno naturale. Parliamo delle celebri “notti bianche”, che ogni anno fanno accorrere turisti a San Pietroburgo e nelle città con una latitudine simile: si tratta di un fenomeno tipico delle città nordiche, in cui il cielo notturno non si presenta mai totalmente buio, perché il sole splende per circa 19 ore consecutive, anche dopo mezzanotte, e il crepuscolo prosegue fino all’alba del mattino successivo, dando l’impressione che il sole non tramonti mai.

Il paese che ospiterà i prossimi Mondiali offre incredibili destinazioni turistiche, di diversa tipologia, dalle città d’arte alle città di mare, dai borghi medievali alle località immerse nella natura selvaggia.

È questo lo sfondo dell’edizione del torneo mondiale del giugno e luglio prossimi, che vede già alcune nazionali molto agguerrite e pronte a sfidarsi e ad arrivare il più avanti possibile nella competizione.

Inghilterra, Brasile, Germania, Belgio e tante altre ancora sono già proiettate con la mente al 14 giugno 2018, giorno dell’inaugurazione moscovita dei campionati mondiali.

 


Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia
ottimax olbia volantino novembre brico riscaldamento edilizia casa

More in Sport

ottimax olbia volantino novembre brico riscaldamento edilizia casa
apertura prenotazioni sardinia ferries estate 2016
ASPO trasporti olbia
CHIUDI
CLOSE